Home

imagePoteva essere l’anno di… ed invece no. Quante sliding doors sono state prese in faccia nel 2013 da personaggi pubblici al pari della bellissima protagonista dell’omonimo film Gwyneth Paltrow. Il 2013 poteva essere l’anno di Papa Benedetto XVI Joseph Ratzinger, che invece con la decisione storica delle dimissioni dal pontificato, ha difatto consacrato di diritto Papa Francesco Jorge Mario Bergoglio quale personaggio simbolo di questo anno appena passato. Poteva essere l’anno di Barack Obama, al suo secondo mandato da presidente degli Stati Uniti, ma sarà invece ricordato come l’anno di Edward Snowden, informatico statunitense grazie al quale è emerso lo scandalo dei programmi di sorveglianza di massa dei governi statunitense e britannico.

Poteva essere l’anno della lady di ferro Margaret Thatcher, che se ne era andata insieme a Giulio Andreotti ed invece entrambi sono stati beffati dalla dipartita al fotofinish del simbolo universale della pace mondiale Nelson Mandela. Poteva essere l’anno di Mohamed Morsi, primo presidente eletto in Egitto nel 2012 ed invece è stato l’anno di Abdul Fatah Khalil Al-Sisi, capo delle forze armate egiziane che lo ha deposto con un colpo di stato e messo agli arresti domiciliari. Poteva essere il 2013 della sfida all’occidente sul nucleare iraniano di Mahmoud Ahmadinejad ed invece fortunatamente sarà ricordato per l’accordo raggiunto con le potenze mondiali del 5+1 dal neo eletto presidente moderato Hassan Rohani.

Poteva essere l’anno di Silvio Berlusconi al Quirinale ed invece grazie alla sentenza definitiva del processo per i diritti Tv Mediaset è stato ancora l’anno del due volte eletto presidente della repubblica Giorgio Napolitano. Poteva essere l’anno di Pierluigi Bersani, alla guida del Pd e della coalizione di centrosinistra al governo del Paese ed invece è stato l’anno della consacrazione del rottamatore Matteo Renzi, capace di stravincere le primarie nel Pd dopo aver perso solo l’anno scorso quelle per la premiership. Poteva essere l’anno del delfino del cavaliere Angelino Alfano, neo segretario del disciolto Popolo della Libertà ed invece passerà alla storia come l’anno del vice segretario del Pd Enrico Letta, presidente del consiglio delle larghe intese ed erede naturale del potere del più esperto Gianni, per decenni consigliere fidato di Berlusconi.

Poteva essere l’anno di Fernando Alonso, impegnato a far tornare a vincere la Ferrari in F1 ed invece il 2013 sarà ricordato per il tragico incidente occorso al campionissimo tedesco di Maranello Michael Schumacher, ancora ben presente nei cuori degli italiani. Poteva essere l’anno della consacrazione di Vladimir Petković, allenatore della Lazio e vincitore della coppa italia 2013 sui cugini giallorossi ed invece rimarrà l’anno di Rudy Garcia, transalpino neo allenatore della Roma a stelle e strisce, capace di riportare la squadra della capitale in testa alla classifica inanellando record e vittorie. Poteva infine essere l’anno della cometa Isoon, così simile alla blu kachina attesa dagli Hopi d’America e sbriciolatasi nel suo avvicinamento al Sole e rimarrà quindi il 2013 del super tifone Haiyan, capace di seminare morte e distruzione nelle Filippine.

Come nel film citato non sappiamo mai a priori quale lato delle sliding doors possa essere quello più positivo per le nostre vite. A volte una vittoria immeritata o troppo precoce può condurre ad una rovinosa sconfitta, come l’esempio di Pierluigi Bersani dimostra bene. Al contrario una sana battuta d’arresto o una sconfitta immeritata può aiutare a percorrere meglio la strada che porta ai risultati sperati, come è accaduto a Matteo Renzi in questo ultimo anno. In sostanza questa è la vita, una continua scelta che tuttavia non è mai solo nelle nostre mani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...